Albero, vocali e pittura

Cosa possono avere in comune albero, vocali e pittura? Ecco da dove parte questa storia.

Dopo l’incontro di quest’anno con Akira Kasai (maggio 2014), danzatore giapponese e maestro di danza butoh ed euritmia, la mia ricerca ha preso un notevole slancio. Kasai ci parlò della nascita delle vocali e delle consonanti, collegandosi sia all’euritmia, arte del movimento della corrente antroposofica, che alle sue ricerche personali. Ho appreso nuovamente ad andare oltre la forma, attraverso il corpo,  le vocali sono strettamente legate agli elementi naturali e le lettere, nei suoi racconti, ci sono state come “donate” dagli dei, una ricerca molto interessante che non si ferma solo alla danza. In seguito a questa esperienza molto profonda e di ispirazione artistica e “sensibile” è stato mio desiderio elaborare un laboratorio d’arte per bambini che ripercorresse sia le vocali che un elemento molto affine all’essere umano: l’albero.

Un laboratorio che toccasse le corde interne della fantasia e delle emozioni, della sensibilità verso noi stessi e verso la natura.

L’albero ci rispecchia in tante fasi ed è un grande maestro, ricco di saggezza, di pazienza, di vita e, a sua volta, grande spunto per la ricerca artistica.

Così è nato il laboratorio di manualità creativa Alberando le emozioni che tengo a Coriano, Rimini, presso i laboratori extra scolastici Pinocchio fino a maggio 2015. Abbiamo da poco concluso il primo percorso. I primi incontri ci sono serviti per conoscerci, capirci e costruire un albero di cartone che ci accompagnerà durante il percorso, un “albero casa” in cui si può entrare e che decoreremo con disegni, regali e foglie.

Abbiamo appena concluso, come scrivevo, la prima parte del laboratorio, che era quella di pittura, siamo saliti dalla terra al cielo, ma come?

Una volta conclusa la costruzione dell’albero abbiamo sperimentato la A, la lettera della terra, dipingendo con le terre, il luogo in cui il seme può trovare il suo destino, diventando albero.

Dipingere con le terre

Siamo saliti su per il tronco ed abbiamo incontrato la O e il mondo delle O, la sezione dell’albero e la cellula, il suo centro, il suo cuore, la sua linfa vitale, disegnando le cellule, prendendo spunto dai cerchi della sezione dell’albero (molto simili a quelli della sezione della terra).

Sezione di radiceSezione completa della terra


I cerchi dell'alberoSezione di albero

Salendo ancora abbiamo incontrato quel luogo in cui il cielo incontra la terra, laE, proprio tra il tronco dell’albero e i rami. Abbiamo giocato con questa simmetria, con le tempere, e gli spazi “vuoti” della U dove il vento e l’aria giocano tra i rami.

Infine siamo saliti seguendo il movimento dell’albero verso l’alto, la sua spinta verso la luce, la lettera I, dipingendo con gli acquarelli e ciò che abbiamo chiamato “luce materializzata”: il sale.

Dove nascono i colori

È proprio il caso di dire “è nata una stella”, la nuova e luminosa Associazione La Stella vi invita a partecipare agli interessanti laboratori che propone: musicoterapia, teatro, pittura, aperti a tutti i bambini.
Personalmente condurrò un laboratorio di pittura e disegno sui colori dell’arcobaleno, Dove nascono i colori, della durata di 10 ore, con incontri di un’ora a settimana. Vi aspettiamo numerosi all’oratorio di Urbania all’inaugurazione del 5 ottobre, vi aspettiamo a partire dalle 16!

[hr]

Dove nascono i colori?

Laboratorio di pittura rivolto ai bambini dai 6 anni in su

Grazie a questo laboratorio si farà esperienza dei colori dell’arcobaleno (rosso, arancione, giallo, verde, blu, violetto, indaco). Il percorso propone una breve teoria, e soprattutto sperimentazioni, tramite il disegno e la pittura, volte a far vivere l’importanza di questi sette colori, la loro nascita dal rapporto luce/ombra, la loro influenza sul nostro umore, il sentirci bene quando li usiamo, dove li riconosciamo, quali apprezziamo, quali invece troviamo sgradevoli e in quali elementi naturali li ritroviamo.

L’ultima parte di ogni lezione, ognuna dedicata a uno dei sette colori, sarà dedicata a realizzare un’opera d’arte collettiva con tecniche miste che verrà ultimata al decimo incontro. Verrà inoltre richiesto ai bambini di portare materiali di ogni sorta da riciclare per completare il nostro Arco Baleno.

no images were found

A volte ciò che conosciamo è molto più di ciò che pensiamo di sapere. I bambini, nella loro semplicità, hanno le capacità per partecipare a un laboratorio che permetta loro di avere un primo contatto col mondo dei colori, di farne esperienza attraverso la pittura e per padroneggiare umori e liberare espressioni creative.

Una ricerca verso se stessi e ciò che proviamo, che sia gioia o tristezza, trovare un valido canale per esprimere le emozioni ed elaborarle, crescendo o semplicemente dipingendo e disegnando per il desiderio di farlo, vivendo il benessere che dona l’esperienza dei colori.

 

Contatti

Roberta Bagni → info[chiocciola]robertabagni.eu | Tel. 348 518 9218 oppure 0722 310 318

[hr]

La settimana delle emozioni

Ho partecipato come educatrice all’ultima settimana del centro estivo Giovanissimi Uniurb, condotto da Rosanna Riminicci dell’associazione Madamadorè. Con Katia ci siamo dedicate ai “bambini della luna”, i più piccini che ancora frequentano le scuole materne, e in particolar modo alle loro emozioni, cercando di portarle a espressione attraverso il disegno.

Ci sedevamo in cerchio: cosa ci rende davvero felici? E ogni bambino ha raccontato la propria felicità dopo aver disegnato una faccina felice. Abbiamo lavorato anche sulla tristezza, la rabbia e lo stupore.  Alla fine della settimana abbiamo raccolto le loro esperienze nel Libro delle emozioni, decorato da ciascun bimbo con collage o disegni.
E cos’è la felicità per i bimbi delle materne? La felicità è la festa di compleanno, il mare. E anche un gelato 😉

2013, settembre | Giovanissimi Uniurb 2013, settembre | Giovanissimi Uniurb Un vivace cartone realizzato dai "Bambini del Sole", con colori stesi e gocciolati

[hr]